La FSZ fa passare la Zakat al livello superiore

Oggigiorno, la Zakat viene spesso confusa con l’elemosina e viene usata come tale. L’utilizzo della Zakat presenta aspetti ancora molto poco conosciuti; la missione della FSZ consiste nel consentire al potenziale della Zakat di sbocciare a vantaggio della nostra società.

Chi vive in Svizzera saprà riconoscere che il tema della Zakat all’interno della comunità musulmana è poco conosciuto, salvo qualche rara eccezione come testimoniano le opere e i seminari di Dr. Mostafa Brahami. La Zakat, terzo pilastro dell’Islam, rimane tuttavia un atto di culto molto importante nella vita di ogni musulmano. Nonostante la sua notevole importanza (rappresenta un pagamento annuale del 2,5% del patrimonio), sono stati compiuti sforzi considerevoli per istituzionalizzare la gestione e l’utilizzo della Zakat in Svizzera.

L’educazione: un lavoro a lungo termine

Facendo un passo indietro, le lacune esistenti in materia di Zakat non si limitano alla gestione istituzionale della Zakat. Ciò che manca è soprattutto mettere a disposizione delle risorse alle persone interessate, consentendo loro di comprendere meglio cosa sia la Zakat, come si calcoli e a cosa serva. In quest’ottica, negli ultimi 12 mesi la FSZ ha lavorato sulla redazione e sulla traduzione in quattro lingue di una guida che faciliti la comprensione e il calcolo della Zakat. Questa guida è attualmente scaricabile sul nostro sito e la fondazione lavora attivamente alla redazione di altre guide che trattano aspetti più specifici che speriamo saranno pubblicati nei prossimi mesi.

È importante coltivare questa tematica, creare un dialogo all’interno della comunità, aprire una discussione e permettere alle persone di porre domande sulla Zakat, ottenere risposte fondate e comprendere il reale potenziale della Zakat.

La digitalizzazione per il calcolo della Zakat

Viviamo nel 21o secolo, secolo della digitalizzazione. Se i servizi che utilizziamo nella vita quotidiana si digitalizzassero completamente, non ci sarebbero ragioni affinché questo non avvenisse anche con la Zakat. La FSZ pone l’accento sulla digitalizzazione dei servizi, soprattutto quando si tratta del calcolo e del pagamento della Zakat. Mettere a disposizione materiale educativo senza la possibilità di calcolare e di pagare la Zakat online in modo semplice, sicuro e veloce rappresenterebbe uno spreco.

La digitalizzazione va di pari passo con la sicurezza dei pagamenti. Ogni persona che paga o dona la Zakat ha accesso, tramite il sito della FSZ, ad una piattaforma di pagamento sicura e totalmente affidabile. La FSZ rispetta i più alti standard di sicurezza e collabora con i partner svizzeri più importanti.

La Zakat come strumento di ridistribuzione della ricchezza

Oltre ad essere un plusvalore per la nostra azienda, la Zakat risponde ad una reale necessità. L’idea che la povertà e la precarietà non esistano in Svizzera (o che esistano solo nei paesi in via di sviluppo) è ancora troppo spesso radicata nella mente.

Nonostante la Svizzera goda di un tenore di vita generale tra i più elevati d’Europa, la povertà è un problema serio che non si deve ignorare. In Svizzera, secondo le ultime cifre dell’Ufficio Federale di Statistica (2019), l’8.7% della popolazione svizzera vive in povertà in termini di reddito. Sono circa 735.000 le persone in questa situazione. Oltre a questo, il 12.2% ha problemi a sbarcare il lunario. Occorre sottolineare che queste cifre non tengono ancora conto dell’impatto della pandemia.

Per poter apportare un reale contributo e risolvere questo problema, i risultati più efficaci si ottengono mediante la condivisione della Zakat e concentrando la sua distribuzione a livello locale per avere un impatto positivo nell’ambiente in cui viviamo. Pertanto, la nostra responsabilità di sostenere le persone bisognose non si esaurisce mettendo a disposizione dei fondi, ma miriamo anche ad aiutarle a diventare finanziariamente indipendenti. Ci sforziamo di utilizzare la Zakat come catalizzatore e come strumento di redistribuzione delle ricchezze nel nostro paese.

Saâd Dhif

Fondazione Svizzera per la Zakat

Presidente

CORRELATO ALL'ARTICOLO