“Non so proprio cosa fare”

Studente e padre di famiglia, il confinamento a causa del COVID-19 ha complicato la situazione di Hassan* che non ha più potuto lavorare.

Hassan, studente in un’università svizzera, sperava di lavorare in modo da provvedere ai bisogni della sua famiglia mentre portava avanti gli studi.

Con l’arrivo della crisi sanitaria, Hassan ha perso ogni speranza di trovare un lavoro part-time. Dopo aver vissuto grazie ai propri risparmi, non gli era rimasto più nulla. La concessione di sussidi da parte dell’università richiedeva troppo tempo e Hassan aveva urgentemente bisogno di aiuto. La situazione era diventata talmente complicata da non potersi iscrivere al semestre successivo e da non poter sostenere le spese giornaliere. 

È in questo modo che, nel bel mezzo del confinamento, Hassan ha scoperto la FSZ. Non ha esitato a rivolgere una richiesta di sostegno spiegando la sua situazione, che non era migliorata nel corso dei mesi. Avendo pochissime conoscenze nella nuova città in cui stava studiando, Hassan ha trovato, presso la FSZ, qualcuno disposto ad ascoltarlo e a farsi carico del suo caso.

Il team dei servizi sociali della FSZ ha così potuto intervenire tempestivamente e coprire le spese di Hassan finché non avrebbe trovato lavoro. In questo modo, Hassan ha potuto proseguire gli studi ed ora è più sereno per quanto riguarda il suo futuro e quello della sua famiglia.

La redazione FSZ

*Hassan non corrisponde al nome reale

Questo racconto è basato su una storia vera

CORRELATO ALL'ARTICOLO