Ramadan 2020: retrospettiva

Zakat al tempo del COVID-19

L’arrivo della pandemia del Coronavirus ha messo a dura prova le nascenti strutture della Fondazione Svizzera per la Zakat. Il confinamento ha messo molte persone in una situazione finanziaria difficile e la contrazione dell’economia e del mercato del lavoro l’ha resa difficile per molte persone.

Distribuzione di Zakat

Infatti, dal lancio del nostro sito web il 14 aprile di quest’anno, abbiamo ricevuto richieste settimanali di assistenza da parte di persone che si trovano in situazioni finanziarie difficili, che si tratti di individui, di madri che allevano i propri figli da sole o di rifugiati. Grazie a un team di assistenti sociali dedicati, la FSZ ha potuto ascoltare e rispondere alle esigenze di queste persone. Finora siamo stati in grado di aiutare 7 persone in tutta la Svizzera, con un aumento delle richieste ogni settimana.

Zakat el Fitr

Contemporaneamente, in un’azione guidata da VIOZ, abbiamo collaborato con altre associazioni per consegnare la vostra Zakat el Fitr sotto forma di pacchetti di cibo a 210 rifugiati nel Cantone di Zurigo. Questa azione coordinata tra diverse associazioni mostra chiaramente il reale impatto della Zakat (qui Zakat el fitr) a livello locale.

Ci auguriamo di continuare questo tipo di azione e, se necessario, più ampiamente in Svizzera in collaborazione con altre associazioni mantello e con enti di beneficenza. Il nostro lavoro è destinato a svilupparsi non solo internamente, ma anche attraverso la creazione di legami e partnership con le nostre istituzioni e organizzazioni caritative già presenti in Svizzera. Tenetevi aggiornati sulle ultime novità della fondazione iscrivendovi alla nostra newsletter.

La Fondazione Svizzera per la Zakat

CORRELATO ALL'ARTICOLO